Ho tradito. Che fare?

Ho tradito. Come riconquistarla?Hai tradito il tuo partner. Vuoi farti perdonare e riconquistarlo, per riprendere insieme la relazione. Che fare?

1. Decidi che cosa vuoi

La domanda che assilla chi ha tradito è: “mi scoprirà?” La domanda che invece dovresti porti è: “Perché l’ho fatto?” Il tradimento è sempre il sintomo di un disagio nello stare insieme: che cosa non va nella tua coppia? Fai piazza pulita degli alibi (la famiglia, il dovere, il giudizio degli altri) e chiediti in onestà: “voglio davvero continuare la relazione con il mio compagno / la mia compagna”? L’amore dovrebbe renderci felici e recitare per tutta la vita una commedia insincera farà male a te, al tuo partner e alle persone che vi circondano.

2. Decidi se dire la verità

Se non sei stato ancora scoperto/a hai due possibilità: tacere o parlare. È una scelta dipende in primo luogo dai tuoi valori e dalle tue convinzioni etiche. Insabbiare una sbandata occasionale potrebbe risparmiarti un sacco di noie, ma prima di farlo assicurati che tu non stia mentendo in realtà a te stesso/a: dimenticare l’altro/a significa davvero che dovrai dimenticarlo/a.

Se decidi di parlare (o se non hai altra scelta), dovrai mettere in conto un periodo difficile con il partner, ma ti sentirai alleggerito/a e la tua autostima ne guadagnerà. Preparati a rispondere domande che riguarderanno anche dettagli intimi. Potresti avere la tentazione di dire una mezza verità, ridimensionare l’accaduto o nascondere qualche particolare. Considera che il tuo/la tua partner vorrà andare a fondo della questione e qualche scheletro nascosto nell’armadio potrebbe sempre uscire nel futuro.

3. Chiedi scusa (una volta)

Chiedi scusa, con fermezza e dignità. Una volta è sufficiente. Starà all’altra persona decidere se e quando perdonarti. Ora che il messaggio è arrivato, non insistere chiedendo perdono. Non trasformarti in uno zerbino. L’errore più grave che puoi fare, dopo quello di aver tradito, è mostrarti servile o condiscendente. I comportamenti compensativi accrescono l’insofferenza del tuo/della tua partner e lo/la indurranno a disprezzarti ancora di più. Il rischio innescare una spirale repulsiva dalla quale sarebbe sempre più difficile uscire.

4.Conserva la dignità

Rispondi alle domande, aiuta il partner a capire se lo/la ami ancora, fornisci le rassicurazioni che ti ha chiesto, limita il ricorso alle lacrime come via di fuga dalla responsabilità. Resisti alla tentazione di “comprare” il perdono con gesti eclatanti (regali preziosi) o promesse altisonanti (matrimonio). Se davvero vuoi riconquistare la stima dell’altra persona devi mostrarti coerente e credibile, non un fanfarone.

Non c’è bisogno di rinunciare alla propria privacy per riconquistare considerazione di un partner tradito. Se lui/lei ti chiede di controllarti la mai o il telefono, rifiuta in modo garbato ma fermo. Puoi dire “Sono consapevole che devo riconquistarmi la tua fiducia, ma non credo che questo sia il modo migliore per farlo”.

5. Recupera  l’intimità

Il discorso “sesso” rimarrà probabilmente congelato per un po’ di tempo. Muoviti con delicatezza e gradualità. Comincia recuperando il contatto fisico di base (per esempio la mano nella mano quando camminate) e concentrati nei primi tempi su coccole, baci e semplice tocco.

 

  1. Previeni i conflitti futuri

Ciascuno potrà avere le sue colpe. Alla prima occasione di screzio sarete entrambi tentati di brandire questi risentimenti come se fossero armi, con il rischio di innescare una guerra permanente. Per evitarlo, sofferma le tue critiche sui comportamenti, non sulla persona. E se ricevi un’accusa, mostra all’altro/o il tuo sincero interesse a capirne i motivi e a risolvere il problema.

Link utili:

Riconquistare un uomo
Riconquistare una donna

 


Questo sito *non* fa uso di cookie a fini di profilazione o di marketing. A tutela della privacy dei nostri visitatori, utilizziamo solo cookie tecnici strettamente indispensabili alla navigazione e per conteggiare il numero di visite. | Ok, chiudi.