Category Archives: riconquista

“Io, mia moglie e lei”

Siamo amanti. Lei mi ama, ma essendo io sposato, non può avere una relazione
vera e duratura si sente messa sempre da parte non vuole più continuare. Mi ama alla morte quando ci sentiamo parliamo di sesso con libertà al
cellulare ridiamo giochiamo. Ma appena le dico se ci vediamo mi dice che non se la sente.
Gero

Ciao Gero,
vista da fuori, la tua situazione potrebbe essere riassunta in questi termini — correggimi se sbaglio:
– lei vorrebbe tanto stare con te;
– tu però sei sposato;
– lei sta cercando di metterti alle strette perché tu non ti decidi.

Sei d’accordo? Bene, che consiglio daresti tu a un amico che si trova in questa situazione? Probabilmente lo stesso che ti do io: “deciditi!”

Comportarsi in modo etico alla lunga paga, anche quando costa rinunce, di questo io sono convinto. Ma si tratta di valutazioni personali, e non mi permetto certo di dettarti la tue decisioni. 

Anche perché l’opzione B (non decidere e continuare a fare finta di nulla) da alcuni punti di vista non è necessariamente perdente. La tua, infatti, potrebbe benissimo essere una delle tante relazioni che, più o meno consciamente, si reggono sul fascino proibito della clandestinità. E può darsi che la tua amante sia disposta ad accettare de facto il suo ruolo, se lo acquisisce come una situazione che non può cambiare. Per verificare questa ipotesi, la cosa da fare sarebbe tagliare corto con le richieste e le recriminazioni, non mostrarsi toccati dal suo sottrarsi (che con tutta probabilità è un modo per chiedere attenzione) e tirare dritto finché sarà lei a cedere. Mostrare il polso spesso funziona. Noi umani, lo sappiamo, siamo esseri emotivi più che razionali. 


Ricapitolando, puoi provare quest’ultima strada, oppure allargare il tuo sguardo e provare a vedere in questo cambio di rotta del tuo ménage un’opportunità: quella di mettere un po’ di ordine fra le priorità della tua vita. E compiere delle scelta che, forse, finora hai rimandato.


In bocca al lupo,
Andrea

21 anni di differenza possono compromettere una riconquista?

Caro Fabio,

sto seguendo il tuo corso, che trovo illuminante e nel quale mi sto rispecchiando più di quanto credessi.
La mia domanda è questa: lei ha 19 anni, io ne ho 41. Nelle prime settimane da quando lei mi ha detto che era finita ho fatto un sacco di passi falsi, inizialmente credevo di averla recuperata ma poi lei si è allontanata di nuovo, credo perché mi sono mostrato troppo possessivo e ansioso di riaverla. Ora il dubbio che mi tormenta è: la differenza di età può in qualche modo compromettere le mie possibilità di riconquista?

Grazie mille

Lory Bee.
Caro Lory Bee,
tu vedi la differenza di età come la causa della vostra separazione; io la vedo come la “causa” della vostra storia. Anche senza volersi improvvisare freudiani da rotocalco, è evidente che, nel cercare un uomo che potrebbe quasi essere suo padre, una ragazza giovane sia motivata dalla ricerca di sicurezza e stabilità. E il particolare che mi racconti, che tengo riservato in questa risposta, sembrerebbe suffragarlo. 
Ora, può darsi che il desiderio di una relazione “matura” sia per la tua ragazza il punto di arrivo di un suo cammino di crescita, magari scandito da delusioni con coetanei vacui e superficiali. Ma può darsi anche che rappresentasse una scorciatoia per colmare una momentanea fragilità, sopperire a un bisogno quasi adolescenziale di sicurezza e accudimento. Nessuno meglio di te, Lory, può valutare se questa seconda ipotesi ha un fondamento. 
Ma se guardando alla vostra relazione fatichi a vedere di più di un mero copione genitore-bambina, in cui ciascuno di voi giocava il preciso ruolo che vi eravate assegnati, be’, forse sarà opportuno prendere atto che il sipario è calato, ed è bene per entrambi che sia così.
Diversamente, se credi che per entrambi la relazione abbia rappresentato un punto di arrivo, allora insisti. Il consiglio che ti do è di non venire meno mai all’autorevolezza e alla sicurezza che lei ammira in te. Impegnati a eliminare i tira e molla, i ripensamenti, i passi falsi. Piuttosto, ritirati in un fermo e  dignitoso silenzio per un po’, ma fa’ in modo che ogni tua azione sia perseguita con convinzione.

Un saluto
Fabio

Lui sembra sul punto di andarsene

Ciao Andrea,
il mio ragazzo qualche giorno fa mi ha espresso dei dubbi sul nostro rapporto. Si è laureato da poco alla triennale e deve prendere una decisione sul nuovo percorso di studi. Per questo ha pensato molto anche al nostro rapporto sostenendo che si trova confuso, soprattutto perché il nostro rapporto sessuale risulta essere molto raro. Diverse volte abbiamo affrontato questo tipo di problema ma evidentemente non siamo riusciti a risolverlo. Ovviamente sostiene anche che non sa se mi vuole ancora accanto a lui.. cosa posso fare?

Nancy

Ciao Nancy,
succede spesso che le fasi di svolta della vita – la fine di un periodo di studi, nel caso del tuo ragazzo – finiscano per travolgere la sfera di autoaffermazione delle relazioni. Non entro nel merito della vostra intimità, ma è probabile che il tuo ragazzo semplicemente senta un bisogno generale di cambiamento e di confronto che lo rende insofferente alle consuetudini del passato. Resisti all’istinto di tirarlo a te e fagli capire (con il tuo comportamento, più che con le tue parole) che non sei un ostacolo alla sua libertà. Coltivare dei tuoi spazi di autonomia al di fuori della coppia sarà il modo migliore per far arrivare il messaggio.
Un caro saluto,

Andrea

“Mi ha lasciato per un altro, ora mi lusinga con incontri e regalini”

Gentile sig. Stussi, cerco di farla breve, ci siamo lasciati due anni fa, ho provato un approccio tempo fa’ ma stava con un uomo a quanto pare molto alfa, classico uomo a cui lei moriva dietro. Ho realizzato che non avevo chance contro lui.
Adesso ho trovato lavoro vicino a lei e la vedo ogni tanto sul treno, sin dal primo incontro e’ sembrata molto felice di vedermi mi ha chiesto addirittura di vederci per pranzare insieme, mi dice che mi spia il profilo su facebook, delle volte cerca anche il contatto fisico, e l’ultima volta addirittura mi ha fatto aspettare fuori un bar ed e’ uscita con un pensierino per me… So che sta ancora con il ragazzo “alfa”, le ho chiesto di uscire una sera e mi ha detto che non poteva, non la capisco, sembra che mi vuole ma continua a stare con quel ragazzo.
Sembra che ci prova con me ma non mi vuole.

M.


Caro M.
il comportamento di questa ragazza può avere diverse spiegazioni, la più accreditata delle quali è il desiderio di trasformare in amicizia quel che resta della vostra relazione. Un’amicizia affettuosa, complice, anche maliziosa se vuoi, ma sempre un’amicizia. 


Dal punto di vista femminile, è una condizione di indubbio vantaggio: lei può mantenere il controllo su di te (non si sa mai se il suo compagno alfa cambi idea e la lasci sola!) e in più si scarica la coscienza, confermando a se stessa quanto corretta e civile è stata nei tuoi confronti. 


E’ sempre consigliabile stare alla larga da questo tipo di rapporto con una donna per la quale nutriamo interesse. Come amico accumuli doveri rinunciando a ogni diritto e la segreta speranza di essere prima o poi “ricompensato” fa cedere alla tentazione di servire in tutti i modi la donna.


Per questo, caro M, se fossi al tuo posto io darei molta meno corda a questa donna. Si mostrerà delusa, ti rinfaccerà i regalini che ti ha fatto per ripulirsi la coscienza, ma alla fine avrà la prova che tu non sei un pupazzo, ma un uomo alfa al pari del suo compagno. E a quel punto sì, una scelta fra te  e lui entrerà nell’ordine dei suoi pensieri. Perché, caro M, sono certo che tu non abbia alcun motivo per concludere di “non avere chance contro di lui”. Se scegli questa strada, non mostrare polemica o risentimento. Persegui la tua decisione con serenità e senza sentirti in dovere di fornirle troppe spiegazioni.


Un saluto
Fabio