Category Archives: riconquistare un uomo

Riconquistare come Renzi?

Sia chiaro: qui non facciamo politica. Se osserviamo attentamente le ultime strategie dell’ex presidente del Consiglio, però, risuciamo a comprendere “dal vivo” un principio cardine della riconquista.

Dopo la sconfitta del “suo” Referendum costituzionale, lo scorso 4 dicembre, Renzi sarebbe potuto rimanere al suo posto: glielo chiedeva la sua maggioranza, glielo chiedeva il Presidente della Repubblica, probabilmente glielo chiedeva il suo stesso istinto. 


Invece si è dimesso. Di più: è sparito. Non lo vediamo ai telegiornali, nei salotti politici, nelle interviste.
Ha chiuso con la politica? Penso proprio di no. Renzi sta preparando a riconquistare gli elettori. Il suo inatteso passo indietro ottempera agli stessi presupposti di una delle strategie di base dei nostri corsi Riconquistalo e Riconquistala – il reset emozionale.

Tempo 4-5 settimane e sono pronto a scommettere che lo cominceremo a rivedere Renzi. Probabilmente per quel tempo avrà ristrutturato i suoi schemi (altro principio della riconquista): si presenterà dimagrito e in forma, oppure con look rivisitato, magari stile “uomo della strada” mentre accompagna i bambini a scuola. I suoi argomenti, i suoi slogan, il suo modo di parlare avrà subito una modifica rispetto al protocollo con cui si presentava da capo del Governo.

Renzi non è nuovo a queste strategie. Nel 2012, alle elezioni primarie da segretario del partito, subì una pesante sconfitta. Sparì dalla circolazione per alcuni mesi, lasciando che il suo rivale vincente, Pierluigi Bersani, si logorasse sulla scena per alcuni mesi. Intravista una finestra di opportunità, si ripresentò. A solo un anno di distanza, nessuno vedeva in lui un cantidato perdente dell’altra volta: era un uomo nuovo, il simbolo del rinnovamento. E starvinse le nuove primarie.
Ce la farà anche stavolta Renzi a riconquistare gli elettori? Al di là degli auspici e delle tifoserie politiche di ciascuno, io non ho dubbi che ci aspettano delle sorprese.

Andrea

Dopo 25 anni lui se ne va (di nuovo)

Ciao Andrea. Il  mio fidanzato storico, siamo insieme da ben 25 anni, mi ha
lasciato 2 mesi fa improvvisamente ed inaspettatamente. Non abbiamo
figli. Abbiamo entrambi 45 anni. Abbiamo avuto durante la nostra
lunghissima relazione tanti alti e bassi ogni volta x motivi diversi. Mi
ha sempre mollato lui,ma dopo qualche mese ritornava sempre lui
indietro da me e ci rimettevamo puntualmente insieme. Ho avuto con lui 2
convivenze, la prima di 9 mesi, la seconda di 7 anni. Quest’ultima e’
finita 2 mesi fa. Mi ha mandato via di casa lui. Stava attraversando da
tre anni un periodo bruttissimo fatto di troppi debiti bancari che con
la crisi economica non riusciva più a gestire  e forte depressione con
insonnia cronica grave e assunzione continua di sedativi, tranquillanti
sia sul lavoro che x dormire. Era spesso di umore nero, irritabile e
depresso. Io in quegli anni l’ho aiutato molto economicamente anche in
spese sue. Ma mi ha mollato lo stesso x la 12 volta in 25 anni. Adesso ho
saputo da una persona che appena ha sbattuto fuori di casa me, dopo solo 2
giorni ha fatto entrare ed e’ andato a convivere con una sua seconda
fidanzata di tanti anni fa che andò a vivere con lui subito dopo aver sbattuto fuori di casa me 10 anni fa con la prima convivenza. La storia si
sta ciclicamente ripetendo di continuo, stessi film con stesse donne, mi
sembra di rivivere continuamente il passato come in uno schema fisso e
rigido. Mi sembra di vivere in un registratore. Questa seconda fidanzata
ho scoperto che teneva di nascosto ad intervalli periodici x 10 anni
dalla mia prima convivenza. Prima sbatte’ fuori di casa me, poi lei.E
adesso alla seconda convivenza ora sono stata sbattuta fuori io,ed e’
terribile x me dirlo,ma ora ha chiamato in casa lei. Mi ha ingannato x
anni con una relazione clandestina. Io adesso desidero riconquistare il
mio uomo.

Silvia

Ciao Silvia,

quell'”improvvisamente e inaspettatamente” che apre la tua lettera contraddice il resto del messaggio. Poche righe più avanti, scopriamo che lui ti ha lasciata la bellezza di 12 volte in 25 anni e che c’è perfino una  sorta di “fidanzata di riserva” dalla quale torna e scappa, per usare il tuo avverbio, “ciclicamente”. Quindi, Silvia, qual è la novità? Lui ritornerà, l’ha sempre fatto. Basta che aspetti un po’.

Quello che ti suggerisco io è di utilizzare in modo proficuo questa attesa. Per esempio per chiederti perché continui a stare con questo uomo. Pensi davvero che dopo 25 anni di suo comportamento sempre uguale potrà cambiare improvvisamente? Sei davvero sicura che non ci sia neanche un candidato migliore, là fuori? 

A volte preferiamo avvinghiarvici ostinatamente a un passato che ci fa soffrire e ci provoca frustrazione piuttosto che prendere in considerazione un futuro differente. E’ normale: il futuro ci fa paura, come tutte le cose che non conosciamo. Eppure, se tu oggi potessi vedere il tuo futuro senza quest’uomo, forse la paura svanirebbe.

Un saluto,
Andrea

Sedotta e abbandonata da un uomo più grande



Scrivo perchè ho una situazione sentimentale difficile e non so dove sbattere la testa: sei anni fa, quando avevo 18 anni, ho incontrato un uomo più grande di me di 16 anni per il quale ho perso la testa. Il mio amore è rimasto inconfessato per anni, sia perché io ero davvero troppo giovane, sia perché lui era impegnato con altre persone; ciò nonostante tra noi c’è sempre stato un particolare feeling.


Circa un anno fa il cambiamento: lui ha cominciato a starmi dietro, prima occasionalmente poi sempre più assiduamente, finché a marzo di quest’anno ci siamo messi insieme.
Tutto è andato bene fino alla scorsa settimana; ma giovedì scorso, da un giorno all’altro, ha deciso di lasciarmi perché sostiene che un uomo della sua età e con i suoi impegni non può darmi le attenzioni che merito, perché alcuni miei comportamenti l’hanno infastidito e ha aggiunto di vedersi con una donna della sua età che però abita a distanza.


Inutile dire che io ci sono rimasta malissimo, sono scoppiata a piangere e gli ho detto di essere innamorata di lui, ma ovviamente ciò non è servito e ora è da quasi una settimana che non lo sento.
Inutile dire che vorrei riuscire a riconquistarlo perchè ci tengo davvero; ho qualche possibiltà di farcela o la situazione è compromessa per sempre?

lolly

Ciao lolly,
prova a rileggere il tuo messaggio facendo fitta che l’abbia scritto un’altra ragazza. Che idea ti faresti di quella donna? Io vedo una persona innamorata, sicuramente; ma la mia sensazione principale è che tu stia concedendo a quest’uomo un potere sulla tua vita che lui davvero non merita. Che cosa ne pensi? La verità, cara lolly, è che tu potresti vivere, e anche felicemente, anche senza quest’uomo. Ma finché non te ne convinci — e ne convinci anche lui — non avrai scelta che accettare il ruolo del suo pupazzo: fra qualche giorno, quando la sua nuova amica “impegnativa” lo avrà stancato, ti riprenderà, puoi starne sicura, così come puoi star sicura che fra qualche giorno ancora lui si sentirà libero di lasciarti di nuovo. Tanto tu sarai sempre lì, a piangere e a dirgli che sei innamorata di lui. 


Come tutti i cambiamenti, il cambiamento che stai vivendo è doloroso. Ma è anche una formidabile opportunità per evolvere, diventare adulta. Riparti da te stessa, rialza la testa, finiscila di supplicare quest’uomo e riparti da te. Che cosa ti piace fare? Quali sono i tuoi progetti? Che cosa ti aspetti da una relazione? Sono queste le cose da cercare adesso. Il resto, puoi starne sicura, verrà da sé, perché più ti affrancherai dai capricci di quest’uomo, più quest’uomo inizierà a guardarti con il rispetto e la considerazione che si deve a una persona adulta.


In bocca al lupo,
Andrea

Quando lui torna e chiede perdono

Carissimi,
il vostro libro mi ha aperto un mondo! Ecco cosa è successo. Dopo mesi di stanca in cui lui c’era e non c’era (ovvero: era con l’altra) ieri ( mia 3a settimane di training) esce allo scoperto e mi dice che con l’altra ha chiuso definitivamente, mi chiede di perdonarlo, che mi ama e vuole stare solo con me. Sospiro di sollievo (non ci avrei sperato) e una domanda che adesso martella: mi devo fidare?
Grazie ancora di tutto!!!

Serena


Cara Serena, 
perseverare nella svolta che hai dato al tuo comportamento è la migliore polizza contro le recidive. Non possiamo escludere a priori un colpo di coda di questa storia parallela (che ora, tieni conto, avrà ai suoi occhi il fascino aggiuntivo del frutto proibito). Ma se, oltre a mantenere il tuo protocollo, eviterai di mostrarti toccata dalle sue melodrammatiche dichiarazioni, insomma riserverai ai suoi tormenti sentimentali una quantità sufficiente di quel benevolo disincanto che si riserva ai bambini intemperanti, allora è facile che la minaccia si disinneschi in tempi rapidissimi. I rapporti di forza ormai sono cambiati a tuo vantaggio: continua così!


In bocca al lupo,
Andrea

Questo sito *non* fa uso di cookie a fini di profilazione o di marketing. A tutela della privacy dei nostri visitatori, utilizziamo solo cookie tecnici strettamente indispensabili alla navigazione e per conteggiare il numero di visite. | Ok, chiudi.