Category Archives: rivale

“L’ho riagganciata alla grande. Ma ora cominciano i dubbi.”

Caro Benedet, che Dio ti benedicaaaaa!!!! Ieri ho fatto l’incontro di riaggancio dopo un mesetto che seguivo i manuali ed è andata meglio di quanto non avrei mai osato sperare. Della serie che arrivati al momento del saluto è stata lei a chiedermi di stare un altro pò insieme… e insomma per fartela breve siamo saliti a casa di sua sorella, che non c’era, e abbiamo fatto l’amore, ma l’abbiamo fatto con una passione da far venire le lacrime di gioia. A un certo punto mi ha sussurrato anche “Sono felice con te”. Allora che cosa vuoi ancora??, mi dirai. Il problema è questo: che lei è ancora “ufficialmente” fidanzata con il tipo con cui ha comunciato a uscire dopo la nostra storia. QUando ci siamo salutati io non ho detto niente come tu suggerisci, ma l’ho vista rabbuiarsi improvvisamente e mi ha detto “è stato bello” con il tono malinconico di una che pensa a un bel ricordo nel passato. Io non ho risposto niente e sono andato via con un sorrisino, ma adesso iniziano per me le paranoie. Insomma, adesso cosa faccio? Ho paura che sia tutto un bel sogno e non voglio rovinare tutto proprio adesso. Ti prego consigliami, grazie infinite di esistere!

Paolo

Caro Paolo,
punto primo: se sei arrivato a questo traguardo non puoi permetterti di avere delle paraoie. Devi essere invece fiero di te stesso, e ricordare che il risultato che hai ottenuto non è un regalo che ti faccio io o la fortuna, bensì un obiettivo che hai raggiunto con il tuo impegno. Così come l’hai raggiunto ora puoi consolidarlo.
Punto secondo: se lei  ha compiuto questo passo ormai il processo è avviato. Il tuo rivale potrà recuperare momentaneamente terreno negli interessi della tua ragazza, ma è chiaro che ormai lui sarà sempre di più condannato al ruolo di seconda scelta. A un patto: che tu mantenga il protocollo vincente che hai sviluppato finora. A comincinare dalle prossime mosse: invece di cedere alla tentazione di elemosinare la sua attenzione o struggerti nell’attesa di un segnale, dedicati per qualche giorno a te stesso. Rituffati nella tua vita e aspetta che si faccia sentire lei. 


Un saluto,
Andrea

Quando lui torna e chiede perdono

Carissimi,
il vostro libro mi ha aperto un mondo! Ecco cosa è successo. Dopo mesi di stanca in cui lui c’era e non c’era (ovvero: era con l’altra) ieri ( mia 3a settimane di training) esce allo scoperto e mi dice che con l’altra ha chiuso definitivamente, mi chiede di perdonarlo, che mi ama e vuole stare solo con me. Sospiro di sollievo (non ci avrei sperato) e una domanda che adesso martella: mi devo fidare?
Grazie ancora di tutto!!!

Serena


Cara Serena, 
perseverare nella svolta che hai dato al tuo comportamento è la migliore polizza contro le recidive. Non possiamo escludere a priori un colpo di coda di questa storia parallela (che ora, tieni conto, avrà ai suoi occhi il fascino aggiuntivo del frutto proibito). Ma se, oltre a mantenere il tuo protocollo, eviterai di mostrarti toccata dalle sue melodrammatiche dichiarazioni, insomma riserverai ai suoi tormenti sentimentali una quantità sufficiente di quel benevolo disincanto che si riserva ai bambini intemperanti, allora è facile che la minaccia si disinneschi in tempi rapidissimi. I rapporti di forza ormai sono cambiati a tuo vantaggio: continua così!


In bocca al lupo,
Andrea

Evitare la trappola dei "giochetti" femminili

Salve dr. Stussi, 
ho da poco acquistato il suo metodo ed ho iniziato a metterlo in atto. Tuttavia ho paura di rientrare nella casistica dei “senza speranza”. La mia ex è molto arrabbiata con me perchè dice che per colpa mia ha perso tutte le sue amiche e sostiene che metto in giro voci su di lei (in realtà fa tutto da sola perchè ha il brutto vizio di inventarsi str****te), tanto che non mi ha fatto nemmeno gli auguri di compleanno e mi ha bloccato con l’altro account di facebook che usava per scrivermi dopo la separazione. Lei è una persona testarda ed orgogliosa ed ho paura che, per quanti sforzi io possa fare, lei non tornerà indietro. Ora si vede che un tale bruttissimo che non le piace neppure e, nonostante proclami che non pensa a me, un mio amico mi ha detto che su facebook è pieno di post che riguardano me, ironici o nostalgici che siano. Ho speranze anche io ? Ed inoltre…posso sfruttare la tecnica del biglietto sostituendo agli auguri delle scuse chieste per
 ò come insegnato da Lei nell’audiotraining ? Grazie mille per la cortese attenzione

Leonardo, 

primo, considera che ogni reazione, anche le reazioni polemiche come quelle che la tua ragazza ha mostrato, è un segnale positivo. La fine della relazione è segnata dal disinteresse, mai dall’astio.

Secondo, non accettare per nessun motivo di stare al gioco. Questi giochini da donnette, fatte di accuse e insinuazioni, non ti devono riguardare. Tira dritto per la tua strada e non farti trascinare in nessuna provocazione: è il comportamento che le comunicherà che sei un uomo fatto di una pasta “alfa”.

Terzo, niente negatività: cancella dal tuo vocabolario espressioni come “caso senza speranza” e ricordati che come andranno le cose dipende in larga parte da te.

Un saluto
Fabio

Competere con una stronza instabile e passionale

Ciao a tutti e complimentoni…. spesso parlate del triangolo al
maschile, ma se succedesse un triangolo “ragazzo-brava ragazza
affidabile -stronza instabile passionale ? Come ci si deve
comportare?soprattutto nel caso in cui il ragazzo in questione è del
genere leggermente razionale tranquillo posato negli
atteggiamenti??grazie
Sabrina

Ciao Sabrina,
i due rivali che concorrono per un partner in un triangolo amoroso assumono quasi sempre la polarità che menzioni. Da un lato il candidato “adulto”, che aderisce al profilo razionalmente delineato del buon partito o della brava ragazza; all’altro vertice, la polarità “emozionale” o “bambina”: una classica gattamorta o, come la descrivi tu, una “stronza instabile passionale”.

In un triangolo composto da due rivali maschi è facile che esca un vincitore: la donna prima o poi sceglie. Nel tuo caso – due donne che si contendono un uomo – è abbastanza comune che la situazione si protragga per anni. Gli uomini in genere scelgono di non scegliere e spesso e volentieri amano imbellettare la loro indecisione con una quantità di scuse, promesse e pretesti fantasiosi. Puoi tentare una mossa risolutiva minacciando di andartene (e munendoti di sufficiente determinazione perché alle dichiarazioni seguano per un po’ di tempo i fatti), ma è un gioco ad alto rischio, specialmente se nella posizione della “brava ragazza” hai la sventura di trovarti tu. Altrimenti non ti resta che continuare a giocare alle regole che ha dettato il tuo uomo, rassegandoti a una precarietà che, per lui, rappresenta in realtà un equilibrio.
Un caro saluto,
Andrea