Category Archives: rivale

Rapporto in crisi

Ho 31 anni, per 15 sono stata fidanzata con un mio coetaneo. Da 8 mesi il
nostro rapporto è stato messo in crisi da lui. Motivazioni? Molto
confuse: prima diceva di non star più bene con me, poi diceva di voler
tornare con me ma la paura che si ripresentasse il suo “malessere” lo
frenava nel tornare indietro, poi che aveva paura ci chiudessimo
nuovamente nel nostro piccolo mondo di coppia, fino all’ ultima, un mese
fa: non sapeva se mi voleva un gran bene o era ancora innamorato di me, perché quando stava con me stava bene, aveva voglia di rivivere la
nostra relazione a pieno, ma quand’era solo non gli mancavo a
sufficienza. A quest’ ultima scusa io ho messo un punto, dicendogli di
non vederci né sentirci piú. Lui non si è mostrato d’ accordo. Adesso è un mese che non ci vediamo e sembra che all’ orizzonte vi sia
la probabile presenza di un’ altra. Che fare?
Marissa

Ciao Marissa,
c’è un aspetto cronologico della tua lettera che non capisco. Mi dici infatti che sei stata fidanzata per 15 anni ma la vostra relazione è entrata in crisi dopo 8 mesi. Che cosa significa?  Nell’ipotesi di una storia iniziata da sedicenni e proseguita per 15 anni, è pressoché certo che arrivi il momento di una sbandata. O forse intendevi 15 mesi?
In ogni caso, la richiesta del tuo ragazzo, “separarsi ma non troppo” è un classico di chi è combattuto fra il desiderio di una fuga e la paura di perdere tutto, così come non è raro che la spinta decisiva arrivi con il pararsi all’orizzonte di un’altra donna. Che, lasciatelo dire, forse si era parata all’orizzonte già alle prime avvisaglie di crisi. 
Il tuo protocollo di reazione, cara Marissa, è stato il migliore che tu potessi adottare. Sei stata brava. Adesso che è passato un mese, se non hai ricevuto segnali da parte sua, puoi provare a farti timidamente avanti per saggiare la sua reazione.


Un saluto,
Andrea

“Ho scoperto che lui si vede con un’altra”

Sono una donna sposata da 10 anni con 2 figli (uno di 10 anni ed una di 6). Ho scoperto da questo dicembre che mio marito si vede con un’altra.lui ha negato ma ha confermato che non sa più cosa prova per me. dopo 2 mesi d’infermo dove si alternavano alti e bassi (lui che mi cercava e poi si arrabbiava della mia presenza) io che ho perso ben 6 chili con lo stress. ho deciso di voltare pagina e riprendere la mia vita. esco di più con gli amici, sono più attiva e sorridente e sempre ben disposta con lui. 

Consideri che abbiamo ancora rapporti sessuli insieme e molto attivi anche e  diverse volte lui ha dato ad intendere che stava bene con me (sopratutto da quando girava voce che ci stavamo separando). Non abbiamo mai parlato apertamente dei nostri sentimenti molto probabilmente perchè abbiamo paura e credo ancora che si vedi con l’altra ma ho smesso di indagare o fare sempre delle domande su cosa fa. vorrei avere un’idea su come comportarmi (sto anche rivalorizzando la mia figura mettendomi dopo tanto tempo vestiti, gonne ecc).ringrazio per la disponibilita’ sopratutto ora che mi sento disperata e non posso parlare con nessuno.

Debora

Ciao Debora,
ti faccio i miei complimenti, sei in gamba! Pubblico il tuo messaggio confidando che sia di ispirazione per le lettrici che stanno vivendo una situazione simile. Rialzare la testa dopo un pugno nello stomaco come hai fatto tu non è facile e i momenti di sconforto sono sempre in agguato. Ma come hai visto, quando si stringono i denti i risultati arrivano e tuo marito è ancora lì, e sta bene con te.

Quello che puoi fare adesso è fargli capire che la presenza al suo fianco di una donna come te non è un diritto acquisito. Se la deve guadagnare. Perché raggiungere questo obiettivo la logica non serve, perché se tu provassi a “spiegarglielo” a parole rischieresti solo di creare tensioni fra di voi. Usa il comportamento. Rendi condizionata la tua disponibilità, a cominciare dalla disponibilità sessuale. 
Agisci con serenità, senza mostrare risentimento e senza farla apparire una ripicca – come se la tua disponibilità condizionata fosse una naturale conseguenza del tuo nuovo corso.
 Proponi a te stessa che d’ora in avanti agirai nel ruolo del partner che ha il controllo della relazione, anziché di quello che ha bisogno dell’altro. Sta a te trovare modi e tempi per tirare la corta al punto giusto. Se riesci a farlo, non ci vorrà molto per vedere il tuo uomo di nuovo appassionato e fedele, fino a sentirlo “dipendere” da te. 

In bocca al lupo,
Andrea

Un rivale duro da battere

Ciao Fabio,
cosa fare nel caso in cui lei ha trovato uno che sà il fatto suo, che sembra essere “alpha”?
Lui non scrive mai nulla sulla sua pagina facebook, sembra sempre che agisca nell’ombra, sicuro di sè, sapendo farsi desiderare.
La porta in giro a fare viaggi  -e hanno già fatto tutto quello che può fare una coppia- ma su facebook sembra quasi che la ignori.
Lei lo “tagga” e lui non risponde. Neanche un “mi piace”.
Una relazione di rimbalzo è facile da vincere, ma in questo caso?
Aggiungo che il mio training è ferreo e spartano e sta avendo successo (lei mi ricontatta spesso in segreto).
Grazie del sostegno.

Leo

Caro Leo,
ci hai visto bene, il tuo avversario è un osso duro (avrà letto il manuale prima di te?!) e non ti nascondo che la rimonta sarà dura. Poiché mi dici che lei cerca ancora la comunicazione con te, per capire come giocare la partita dovresti cercare di capire il ruolo che ti assegnato in questo latente “triangolo”. Lo schema classico è: lei – il mascalzone – il bravo ragazzo. 


Sei forse stato un bravo ragazzo? 


La buona notizia è che, seguendo il training stai acquisendo a tua volta delle credenziali alpha. Se lei farà un passo nella tua direzione, se ne accorgerà e questa sua fuga perderà gran parte della sua attrattiva. Sforzati di gestire con fermezza questo canale di comunicazione rimasto aperto fra di voi. 


Non fare muro ai suoi sondaggi, ma preoccupati di non finire relegato nel ruolo dell’amico-confidente (appunto, il bravo ragazzo): i rischi, nella tua posizione, sono alti. L’ideale è giocarsela con un accorto push and pull, centellinando la tua attenzione finché sarà lei a proporti un incontro. E a quel punto mostrarle di che pasta sei fatto. Non sarà facile ma si può fare, soprattutto quando (30-60 giorni) il fascino del nuovo tipo comincerà fatalmente a ridimensionarsi agli occhi della tua amica.


Un saluto
Fabio

Dopo 25 anni lui se ne va (di nuovo)

Ciao Andrea. Il  mio fidanzato storico, siamo insieme da ben 25 anni, mi ha
lasciato 2 mesi fa improvvisamente ed inaspettatamente. Non abbiamo
figli. Abbiamo entrambi 45 anni. Abbiamo avuto durante la nostra
lunghissima relazione tanti alti e bassi ogni volta x motivi diversi. Mi
ha sempre mollato lui,ma dopo qualche mese ritornava sempre lui
indietro da me e ci rimettevamo puntualmente insieme. Ho avuto con lui 2
convivenze, la prima di 9 mesi, la seconda di 7 anni. Quest’ultima e’
finita 2 mesi fa. Mi ha mandato via di casa lui. Stava attraversando da
tre anni un periodo bruttissimo fatto di troppi debiti bancari che con
la crisi economica non riusciva più a gestire  e forte depressione con
insonnia cronica grave e assunzione continua di sedativi, tranquillanti
sia sul lavoro che x dormire. Era spesso di umore nero, irritabile e
depresso. Io in quegli anni l’ho aiutato molto economicamente anche in
spese sue. Ma mi ha mollato lo stesso x la 12 volta in 25 anni. Adesso ho
saputo da una persona che appena ha sbattuto fuori di casa me, dopo solo 2
giorni ha fatto entrare ed e’ andato a convivere con una sua seconda
fidanzata di tanti anni fa che andò a vivere con lui subito dopo aver sbattuto fuori di casa me 10 anni fa con la prima convivenza. La storia si
sta ciclicamente ripetendo di continuo, stessi film con stesse donne, mi
sembra di rivivere continuamente il passato come in uno schema fisso e
rigido. Mi sembra di vivere in un registratore. Questa seconda fidanzata
ho scoperto che teneva di nascosto ad intervalli periodici x 10 anni
dalla mia prima convivenza. Prima sbatte’ fuori di casa me, poi lei.E
adesso alla seconda convivenza ora sono stata sbattuta fuori io,ed e’
terribile x me dirlo,ma ora ha chiamato in casa lei. Mi ha ingannato x
anni con una relazione clandestina. Io adesso desidero riconquistare il
mio uomo.

Silvia

Ciao Silvia,

quell'”improvvisamente e inaspettatamente” che apre la tua lettera contraddice il resto del messaggio. Poche righe più avanti, scopriamo che lui ti ha lasciata la bellezza di 12 volte in 25 anni e che c’è perfino una  sorta di “fidanzata di riserva” dalla quale torna e scappa, per usare il tuo avverbio, “ciclicamente”. Quindi, Silvia, qual è la novità? Lui ritornerà, l’ha sempre fatto. Basta che aspetti un po’.

Quello che ti suggerisco io è di utilizzare in modo proficuo questa attesa. Per esempio per chiederti perché continui a stare con questo uomo. Pensi davvero che dopo 25 anni di suo comportamento sempre uguale potrà cambiare improvvisamente? Sei davvero sicura che non ci sia neanche un candidato migliore, là fuori? 

A volte preferiamo avvinghiarvici ostinatamente a un passato che ci fa soffrire e ci provoca frustrazione piuttosto che prendere in considerazione un futuro differente. E’ normale: il futuro ci fa paura, come tutte le cose che non conosciamo. Eppure, se tu oggi potessi vedere il tuo futuro senza quest’uomo, forse la paura svanirebbe.

Un saluto,
Andrea

Questo sito *non* fa uso di cookie a fini di profilazione o di marketing. A tutela della privacy dei nostri visitatori, utilizziamo solo cookie tecnici strettamente indispensabili alla navigazione e per conteggiare il numero di visite. | Ok, chiudi.