Category Archives: Senza categoria

L'ho riconquistata, ma niente sesso

Caro Fabio,
l’ho riconquistata ma non vuole fare sesso perchè dice che lei
non sente di piacermi veramente,che sono diverso,che sono stato con altre e
sono diventato come tutti gli altri, che la chiamo solo per uscire e non mi
interessa sapere come sta… Tutte razionalizzazioni insomma.
Ma come raggiungere ora l’obiettivo? Le do le certezze che desidera o rigo dritto su
questa strada a costo di rivederla fra un mese?
E’una tipa tosta.
Grazie tante anticipatamente!

Pietro

Caro Pietro,
più che razionalizzazioni io chiamerei queste sue prestese (perdonami) delle cazzate belle e buone. Se le tira fuori, significa che in qualche modo lei ti vede troppo disponibile e preso:
dalle ancora più corda e sei fregato. Quello che invece puoi fare, come hai ben intuito, tenere dritto il timone e non esitare a mostrarti indisponibile, se necessario anche sparendo per un certo tempo. Sarà una tipa tosta, ma questo è l’unico modo per farle capire che tu sei ancora più tosto di lei.

Un saluto
Fabio

Meravigliosa parentesi

Caro Andrea

sono il suo capo, ho 42 anni e ho 15 anni piu’ di lei. Quando ci conoscemmo lavorativamente, nacque subito una sintonia tale che la portò nel tempo, un anno fa a lasciare il suo ragazzo storico, con il quale stava da 3 anni e con il quale andava d’accordo su tutto, per intraprendere una relazione che è durata un anno. La differenza di età,
il mio appoggiarmi ad una stabilità di vita di coppia, la mia disabilità fisica (ho problemi di deambulazione che lei non ha mai fatto pesare), l’hanno resa un pò distante dalle amiche con le quali lei ha un rapporto molto stretto. Non ce la facevo ad uscire il sabato e seguire i ritmi della movida. Per molti motivi, lei si è sentita appiattita su di una vita non sua, ed ha deciso di lasciarmi quest’estate, dicendomi che “ci abbiamo provato, non farti sensi di colpa, stai sereno, ma siamo troppo diversi, ed io sono serena così”. Io sono disperato, tra sensi di colpa e per la sua “serenità”, come se avesse buttato nel WC un anno comunque fatto di vita insieme. Ora la vedo spesso sul lavoro, essendo mia dipendente. Io cerco di parlarle il meno possibile, ma lei mi cerca ogni volta per dirmi di stare sereno, che non mi vede tale. Il bello è che io avevo per la prima volta da 22 anni di malattia trovato la mia normale felicità, ed ora mi sento completamente perso e vuoto. Piango ogni mattina, ed è un calvario. Io sono convinto che lei si riveda con
l’ex, e con le amiche (che hanno favorito la riconciliazione con quest’ultimo a mio discapito). Essendo suo capo, devo comunque agire in maniera asettica, e dare direttive, anche nella serenità del gruppo. Questo atteggiamento di forzatura mentale mi sta letteralmente uccidendo. Quando mi guarda mi sorride con quegli occhi dolci, e io devo
resistere, e lei mi porge la mano dicendomi: stai sereno? Per favore stai sereno che non hai nulla da rimproverarti, Io sono serena. Io proprio non ce la faccio a stare sereno, perchè dopo che ho capito che cosa sia la felicità dopo anni di solitudine e buio, in cui lei aveva acceso una luce, ora mi vedo di nuovo piombare nel baratro dell’abbandono. Come agire per riconquistarla? Devo scappare? Fuggire? O come riappropriami del mio ruolo di maschio Alfa che vedo perso? Sto lavorando a mille, e sto affrontando guai fisici, che mi stanno letteralmente distruggendo. Vorrei un aiuto per riconquistarla. Come
fare? Grazie.

Anonimo Gaucho

Ciao Anonimo Gaucho,
vorrei darti una risposta più positiva, ma non posso che guardare all’oggettività di questo rapporto: una relazione fra due persone lontane per età, aspettative, amicizie, interessi. Nella sua durezza questa donna è stata lucida e onesta: avete vissuto insieme una stagione meravigliosa, che con tutta probabilità doveva concludersi. Davvero ha un senso rimproverarsi per non aver seguito i ritmi della movida o per non esserti conformato al suo stile di vita? Io credo che ciascuno abbia il diritto – e in un certo senso il dovere – di pretendere un partner allineato al proprio modo di vivere e alle proprie aspirazioni. Lo so che è difficile, ma considera l’idea di vedere questo vostro anno insieme come una stupenda ed effimera parentesi, che ti ha arricchito e ti ha spronato a guardare avanti nella consapevolezza che puoi avere ancora di più e acora di meglio.

Se, nonostante questo, vorrai comunque tentare di riconquistare questa donna (e ho la sensazione che sarà così!), riprendi prima te stesso. Sembra uno slogan, ma è una cosa molto concreta che puoi impegnarti a fare nella tua quotidianità del lavoro, delle sfide imposte dalla salute, dei progetti che ti appartengono. Fatti un picolo piano d’azione e convoglia su di esso quelle energie che adesso disperdi nell’idealizzazione del passato. Più recuperi la tua centratura più recuperi quelle caratteristiche “alfa” di cui parli, a cominciare da quella serenità che vedi mancare nello svolgere il tuo ruolo al lavoro.

Un caro saluto,
Andrea

Parole, parole parole

Ciao Fabio,
la mia situazione di partenza è questa: separazione da tre mesi e uscita pochi giorni prima dell’acquisto, durante la quale io ho proposto di vederci e sentirci senza impegno per vedere dove potesse arrivare il nostro rapporto, senza escludere nessuna eventualità. Risposta iniziale: possiamo essere solo amici, alla quale io ho ribattuto dicendo che non avendo un comune punto di partenza non mi interessava la cosa. Poco dopo lei mi ha detto non ti sto dicendo di no, ma è una cosa che deve venire spontanea, senza pianificarla a un tavolo.

La sera stessa la incontro in un locale di comune frequentazione e lei ha cercato molto un contatto con me, per poi chiamarmi la sera dopo e mandarmi un sms quella dopo, dimostrando di volere avere un contatto con me. Ulteriore ele! mento di complicazione è la distanza in quanto lei vive in un’altra città per studi e di conseguenza io non so mai quando è in città o altrove. Ora sono nella fase contatto-zero da circa una settimana, come mi consigli di muovermi? Grazie in anticipo,
Alex

Ciao Alex,
iniziando il corso avrai sicuramente preso coscienza del fatto che proporre o accettare di “restare amici” è un’opzione da evitare con cura.
Una cosa che ti consiglio al pari di evitare sono anche queste negoziazioni verbali con lei riguardo a ciò che hai intenzione di fare o ciò che “è giusto” fare.

Non sei in trattativa con nessuno. Non è il momento per discutere, ma di agire.

Per cui intraprendi serenamente il tuo training e per ora non preoccuparti della distanza. Controllare i suoi spostamenti nella speranza di capire quando passa dalle tue parti sarebbe uno spreco di energie e un modo per farla sentire controllata.

Quando avrai finito il training potrai tranquillamente crearti un’occasione per raggiungerla dalle sue parti, se non sarà già torntata lei sui suoi passi. Questi suoi segnali di riavvicinamento mi fanno ben sperare che la cosa, se ben gestita, si possa risolvere rapidamente a tuo favore.

Un saluto
Fabio

"Dopo una settimana lei mi manda un Sms"

Salve, ho acquistato il libro ed ho iniziato.
Ad una settimana esatta mi manda questo SMS:
-Ciao, senti io vorrei poterti parlare nei prossimi giorni..non so quando.. Ma vorrei spiegarti le mie ragioni (…)
Ecco, a questo punto, come devo procedere?
Marco

Ciao Marco,
occhio alla trappola. Lei punta probabilmente a convocarti per una seduta di recriminazioni e chiarimenti (il classico incontro chiarificatore di cui puoi leggere nei manuali).

Rispondi cortesemente spiegando che hai un po’ di cose da fare e che magari ci sarà un’altra occasione per vedersi, senza aggiungere altri dettagli. Lei si farà viva di nuovo e a quel punto potrai accettare l’incontro da una posizione di forza che ti permetterà di guidarlo secondo le tue regole.

Un saluto
Fabio