Un esempio di causa ostativa

Ciao Fabio,
sono stato lasciato da un mese e mezzo e lei nel frattempo già quando stavamo assieme si è fatta un altro che continua a sentire regolarmente. Questo lui adesso però è in Australia e lei lo vuole raggiungere per almeno un mese verso febbraio…la vedo veramente convinta..NON so più che fare..perchè ho già fatto tutti gli errori..credo..e ho paura che non ci sia proprio più nulla da fare.E’ passato già molto,tanto,troppo tempo…quello che ti voglio chiedere è se nonostante tutto questo potrei ancora farcela…se ho ancora una speranza,un appiglio?
P.s. Dimenticavo io non la riesco a vedere da adesso fino al 13 dicembre…a meno di non andarla a cercare..e quindi intanto passerà altro tempo!!!!
Un piccolo consiglio???

Ti Ringrazio anticipatamente

Eros

Ah, l’Australia: che bella causa ostativa! Stai vedendo a tue spese, caro Eros, come funziona la reverse psychology. Ora che questo pischello è dall’altra parte del mondo le sue quotazioni presso la tua ragazza sono salite alle stelle: come quelle di un barattolo di Nutella posto su una credenza a due metri di altezza presso un bambino.

Lascia che programmi il suo mese in Australia, Eros. Lascia che voli dall’altra parte del mondo e si accorga che il suo meraviglioso fidanzato nel frattempo se l’è spassata con una o due bionde ripiene di Forster’s. E che anche se per ipotesi non l’avesse fatto, o fosse stato così bravo da non farsi beccare, questa storia impossibile perda i contorni della favola e ritorni (per quanto dall’altra parte del globo) ai ritmi noiosi della quotidianità.

Siediti sulla riva del fiume (dandoti da fare con il tuo training) finché vedrai il cadavere del tuo nemico passare.

Un saluto
Fabio

Questo sito *non* fa uso di cookie a fini di profilazione o di marketing. A tutela della privacy dei nostri visitatori, utilizziamo solo cookie tecnici strettamente indispensabili alla navigazione e per conteggiare il numero di visite. | Ok, chiudi.