Un messaggio imprevisto

Buongiorno,
(…) c’è stato un imprevisto; mi scrive che è venuta a sapere che io avevo chiesto tramite amici se lei fosse insieme a un ragazzo (causa una foto ambigua sul suo profilo di facebook). Io che non ho neanche mai guardato il suo profilo ho deciso di chiamarla perchè in questo modo avrei potuto anche dimostrarle che stavo bene oltre a chiarire perchè non voglio proprio apparire quello che non sono. Chiamarla mi sembrava la cosa migliore da fare.

(…)

Alla fine ho concluso la chiamata dicendole che magari prima o dopo ci vediamo e lei mi ha detto con poca convinzione che potremo vederci verso dicembre quando finisce le lezioni. Non mi aspettavo che posticipasse così tanto, anche se potrebbe essere interpretata come una reazione al fatto che è ancora troppo scossa per vedermi dato che ho intuito che lei soffre ancora per la nostra rottura.

Sto cercando di completare il lavoro su me stesso anche con l’aiuto di una psicologa, credo di essere a buon punto Devo rimediare in qualcosa? Cosa posso fare? La ringrazio anticipatamente del suo aiuto, ma soprattutto la ringrazio perchè sta dalla nostra parte!

L.

Caro L.,

diamoci pure del tu. Fai molto bene a farti dare una mano da una psicologa: dimostra la tua determinazione ad alzare la testa senza adagiarsi in comodi alibi. Sono doti non da tutti e vedrai che ne sarà valsa la pena.

Riguardo la tua domanda, in generale è sempre bene volare alto senza cedere a questi stillicidi di chiarimenti per interposta persona. Alle donne, specie in questi frangenti, intrecci di questo tipo possono piacere. Ma il modo migliore per dimostrarti un “uomo alfa” è sorvolare bellamente.

Altra cosa che forse avresti potuto risparmiarti è l’impegno a risentirvi, con tanto di data fissata (oltretutto da lei!). Immaginati di essere la tua ragazza: se ora stava iniziando a chiedersi dove tu fossi finito e cosa stessi facendo, adesso sa che sei lì ad aspettare dicembre per farti vivo. Da qui a percepirti come un “impegno” o addirittura una scocciatura il passo è breve.

Che cosa puoi fare? Innanzitutto stare tranquillo, perché non si tratta di errori irrimediabili. Se fossi al tuo posto, io userei proprio la tattica del biglietto. Approfitta dell’occasione che vi siete risentiti per dirle che hai preso le tue decisioni, seguendo la falsariga di quanto trovi nel manuale.

Un grosso in bocca al lupo,
Fabio

Questo sito *non* fa uso di cookie a fini di profilazione o di marketing. A tutela della privacy dei nostri visitatori, utilizziamo solo cookie tecnici strettamente indispensabili alla navigazione e per conteggiare il numero di visite. | Ok, chiudi.